Porto della Spezia: controllati in un anno oltre 10mila container

Al Centro Unico dei Servizi di Santo Stefano Magra, primo e ancora unico nella portualità italiana, controllati in un anno di attività oltre 10mila container, sottoposti a verifica, con il drastico abbattimento dei tempi di attesa.

LA SPEZIA – Il Centro Unico dei Servizi alle merci (CUS) costruito dalla Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, gestito a Santo Stefano Magra dalla Società La Spezia Port Service che ne organizza i servizi, è stato il primo e ancora unico in Italia, a concentrare tutti i tipi di controlli eseguibili sulla merce in partenza e in arrivo dal/al porto della Spezia, in un medesimo luogo e in contemporanea, con un notevole vantaggio competitivo in termini di riduzione dei costi e dei tempi di attesa, accelerando la disponibilità della merce.

In piena attività da un anno, la società ha sviluppato un software dedicato che gestisce l’organizzazione logistica del traffico da e per il porto della Spezia ma soprattutto consente in tempo reale la trasmissione di dati e immagini agli operatori. Organizzando il trasferimento dei container soprattutto nelle ore notturne ottimizza i tempi di sosta rendendo la merce già pronta al mattino per le verifiche e i controlli doganali, sanitari, veterinari, fitopatologi, G.D.F e altri enti.

Il Centro è dotato di spazi coperti per l’apertura dei contenitori, di moderne celle frigo, di uno scanner dell’ Agenzia delle Dogane di nuova generazione e, di uffici dove hanno trovato spazio tutti gli enti preposti ai controlli.

Le operazioni di trasporto della merce dal porto della Spezia all’area retroportuale di Santo Stefano di Magra e viceversa (7 KM) avvengono tramite corridoi controllati ispettivi . Gli autotrasportatori ricevuto l’ordine da La Spezia Port Service avviano la missione di trasferimento risultando sempre tracciabili da un sistema di geolocalizzazione, installato e controllato dalla piattaforma logistica nazionale.

Il servizio per gli spedizionieri è svolto con l’utilizzo di una piattaforma informatica e di un’applicazione dedicata sviluppata in house da La Spezia Port Service. Lo spedizioniere può così gestire, in tempo reale, i dati, i numeri e le immagini della verifica effettuata sul contenitore in via telematica.

In un anno di attività, con un oltre 10mila container lavorati, il sistema ha dimostrato non solo di funzionare sotto ogni punto di vista ma di aver raggiunto la sua finalità strategica che era ed è quella di accelerare la disponibilità della merce, con la drastica riduzione dei tempi di attesa.

La realizzazione del Centro Unico dei Servizi è un esempio di come, grazie in particolare alla disponibilità e alla lungimiranza innovativa dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dell’Autorità di Sistema del Mar Ligure Orientale, la collaborazione tra pubblico e operatori privati possa portare a questi risultati di provata efficienza che stanno suscitando le attenzioni e le visite delle più importanti realtà portuali italiane.

Il Centro Unico dei Servizi di Santo Stefano Magra per la modernità delle sue strutture tecniche e per l’efficienza raggiunta è già proiettato come esempio in una dimensione europea è stato infatti visitato operatori Tedeschi e Olandesi ed è stato oggetto di studio per gli studenti della Facoltà dei Trasporti della Sorbona di Parigi.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti