Approvate le convenzioni tra il Comune, Associazione Lipu e la Cooperativa Coopselios

Svolgimento delle attività di soccorso e delle relative attività di gestione e trasporto di esemplari di avifauna e piccoli mammiferi selvatici feriti o in difficoltà rinvenuti nel territorio comunale. 

LA SPEZIA – Questa mattina la Giunta Peracchini su proposta dell’Assessore ai diritti degli animali Giulia Giorgi, ha deliberato l’approvazione delle convenzioni tra il Comune della Spezia, l’Associazione Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) e la Cooperativa Coopselios per lo svolgimento delle attività di soccorso e delle relative attività di gestione e trasporto di esemplari di avifauna e piccoli mammiferi selvatici feriti o in difficoltà rinvenuti nel territorio comunale. Già nel mese di luglio la Giunta Peracchini aveva approvato uno schema di convenzione fra Regione Liguria e Comune della Spezia per la realizzazione e l’avvio della gestione di un centro di primo soccorso per il recupero degli animali selvatici feriti o in difficoltà. Una esigenza che deriva dalla ricca fauna selvatica che vive nel territorio comunale e dove non è presente un centro di primo soccorso in grado di coadiuvare, per la gestione delle emergenze, l’unico centro attualmente attivo che si trova a Campomorone in provincia di Genova. Comune e Regione, quindi, avevano stabilito di cooperare al fine di tutelare e conservare il ricco patrimonio faunistico, con  riferimento all’attività di  soccorso,  recupero e  successiva  liberazione di  animali selvatici feriti  o  in difficoltà. A tal fine, la Regione ha stanziato un contributo di 25 mila euro per finanziare l’attività e il Comune della Spezia si occuperà di realizzare la progettazione e la realizzazione del Centro.

“Il grado di civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali – dichiara il Sindaco Peracchini – di questa massima di Ghandi l’Amministrazione ne ha fatto una linea di mandato ben chiara e precisa di cui siamo particolarmente orgogliosi. Questa convenzione è un grande passo in avanti verso la salvaguardia degli animali selvatici che hanno pari dignità di tutti gli altri, grazie al quale potranno trovare un soccorso immediato con un centro che sarà il secondo in tutta la Liguria. Attraverso risorse regionali messe a disposizione, avevamo promesso la costituzione di un centro di primo soccorso che oggi trova compimento grazie a una grande sinergia fra istituzioni e associazioni del territorio. Un centro di primo soccorso mancava e giustamente era sempre stato molto richiesto dalle associazioni: proprio perché siamo stati attenti fin dall’inizio del nostro mandato alle esigenze degli animali, ed una prova è senza dubbio la rivoluzione operata nel 2018 con il Canile Municipale riconosciuto a livello nazionale per la sua grande qualità, oggi facciamo seguire le promesse ai fatti.

La “Convenzione per la realizzazione di un ambiente per l’eventuale stallo temporaneo per la fauna selvatica autoctona omeoterma” fra il Comune della Spezia e la Cooperativa Coopselios prevede la messa a disposizione di un locale della “Fattoria Didattica del Carpanedo”, gestita dalla cooperativa Coopselios, da adibirsi a eventuale stallo temporaneo per esemplari di avifauna e piccoli mammiferi selvatici feriti o in difficoltà. Nello specifico, le attività di gestione dell’ambiente, saranno svolte dalla sezione Lipu della Spezia che, come specificato nella “Convenzione per attività di soccorso della fauna selvatica autoctona omeoterma” tra il Comune della Spezia e l’Associazione Lipu, si è impegnata a garantire le attività di primo soccorso e trasporto di esemplari di avifauna e piccoli mammiferi selvatici feriti o in difficoltà, rinvenuti nel territorio comunale e consegnati ai volontari da privati cittadini, Enti, Forze di Polizia e Associazioni, presso il Centro di recupero denominato Cruma, convenzionato con la Regione Liguria per il territorio della provincia della Spezia, situato in via delle Sorgenti 430 a Livorno.

“Finalmente diamo una risposta importante a un problema che si presenta su tutto il territorio del nostro comune da parecchi anni – dichiara l’Assessore Giulia Giorgi – ringrazio l’ex Assessore regionale Stefano Mai, che ha avviato questo progetto e l’attuale Assessore regionale Alessandro Piana che ha concluso l’operazione, permettendo così di giungere ad una efficace soluzione per la Città della Spezia.”

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti