GDF: rubavano all’interno dell’area destinata alla costruzione della nuova caserma di Sarzana

La Compagnia Guardia di Finanza di Sarzana, durante una normale attività di controllo del territorio, ha tratto in arresto 4 individui che stavano asportando materiale edile all’interno di un’area destinata alla costruzione della futura nuova caserma della Compagnia.

SARZANA – Sabato 9 ottobre, una pattuglia composta da due militari delle fiamme gialle della Compagnia di Sarzana, impegnata ad effettuare la quotidiana attività di controllo del territorio sarzanese, notava due furgoni all’entrata dell’area destinata alla costruzione della nuova caserma della Guardia di Finanza, in località Boettola, dove 4 individui erano intenti a caricare sui predetti autocarri del materiale asportato dall’interno della proprietà.

Alla vista dei militari, i soggetti, palesemente agitati, tentavano di darsi alla fuga e, dopo aver scavalcato il cancello metallico nei pressi del quale erano in sosta i due veicoli, salivano a bordo degli stessi, abbandonando buona parte del materiale all’interno dell’area adiacente alla strada.

I due operanti, quindi, intervenivano tempestivamente fermando immediatamente uno dei due furgoni con a bordo due soggetti e, dopo aver ritirato i documenti di identità, raggiungevano l’altro furgone che nel frattempo si era dato alla fuga. Una volta raggiunto intimavano nell’immediato l’alt e richiedevano l’esibizione dei documenti di riconoscimento, riuscendo quindi ad identificare i 4 soggetti in 3 cittadini albanesi e un nigeriano.

Dall’esame dei veicoli, gli operanti accertavano all’interno dei due cassoni posteriori la presenza di materiale per l’edilizia, ponteggi, pedane, una macchina taglia piastrelle elettrica e diversi vasi per piante, per cui sottoponevano a fermo i 4 responsabili per il reato di furto e sequestravano i due autocarri, con il relativo materiale asportato, in quanto mezzi utilizzati per il compimento del reato ipotizzato.

L’area – del valore stimato di circa 660.000 euro – era stata sequestrata nel 2010 dai militari della Guardia di Finanza e dalla Dia nei confronti di esponente appartenente alla criminalità organizzata, nei cui confronti scattò un blitz che portò al sequestro di beni, mobili ed immobili per un valore di oltre 10 milioni di euro. Successivamente confiscata, è ora di proprietà dell’Agenzia del Demanio e consegnata alla Guardia di Finanza per la costruzione della nuova caserma della Compagnia di Sarzana che, come da progetto (al momento rispettato), dovrebbe concludersi nel 2024.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti