Inflazione. Genova città più cara d’Italia. La classIfica delle altre città e regioni

Rincari da 1.399 euro a Genova, 1257 euro a Bolzano, 1196 a Reggio Emilia. 
Trentino +1126 euro, Liguria +1110 euro, Valle d’Aosta +1092. 

L’Istat ha reso noti oggi i dati dell’inflazione di settembre delle regioni e dei capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti, in base ai quali l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato l’ormai tradizionale classifica delle città delle regioni più care d’Italia, in termini di aumento del costo della vita.

In testa alla classifica dei capoluoghi e delle città con più di 150 mila abitanti più care (Tabella n. 1), Genova scalza il primato storico di Bolzano: l’inflazione del capoluogo ligure, la più elevata d’Italia, ex aequo con Catania, pari a +3,6% si traduce in una maggior spesa aggiuntiva annua equivalente, in media, a 874 euro, ma che schizza a 1.399 euro per una famiglia di 4 componenti. Al secondo posto Bolzano, dove il rialzo dei prezzi del 2,8% determina un incremento di spesa pari a 891 euro per una famiglia media, 1257 euro per una di 4 persone, segue Reggio Emilia, dove il +3,2% genera una spesa supplementare pari, rispettivamente, a 855 e 1196 euro annui. Per Catania, l’inflazione più alta d’Italia, +3,6%, causa un aggravio di 762 e 1030 euro, collocandola comunque nella top ten dei rincari.

La città più virtuosa è, come in agosto, Ancona, con un’inflazione dell’1,8% e una spesa aggiuntiva per una famiglia tipo pari a “solo” 408 euro su base annua (544 per 4 persone). Bene anche Napoli, al secondo posto delle città più risparmiose, con +2,3%, pari, rispettivamente, a 503 e 656 euro. Sul gradino più basso del podio Cagliari: +2,6%, 561 e 680 euro.

In testa alla classifica delle regioni più costose (Tabella n. 2), con un’inflazione a +2,9%, il Trentino che registra a famiglia un aggravio medio pari a 786 euro su base annua, 1126 euro per una famiglia di 4 persone. Segue la Liguria, dove la crescita dei prezzi del 3% implica un’impennata del costo della vita pari, rispettivamente, a 673 e 1110 euro, terza la Valle d’Aosta, +2,6%, con un rincaro annuo di 661 e 1092 euro.

Tabella n. 1: Classifica delle città più care (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa per famiglia di 4 persone)

N

Città

Rincaro annuo per la famiglia media

(in euro)

Rincaro annuo per famiglia di 4 persone

(in euro)

Inflazione

annua di settembre

1

Genova

874

1399

3,6

2

Bolzano

891

1257

2,8

2

Reggio Emilia

855

1196

3,2

4

Bologna

818

1127

2,9

5

Trieste

758

1112

3,2

6

Aosta

636

1050

2,5

7

Milano

754

1049

2,6

8

Trento

700

1041

3

9

Padova

707

1041

2,8

10

Catania

762

1030

3,6

11

Modena

721

1009

2,7

12

Verona

682

1004

2,7

13

Parma

694

972

2,6

14

Perugia

596

938

2,5

15

Ravenna

614

860

2,3

16

Brescia

605

855

2,2

17

Potenza

589

835

2,9

18

Roma

622

832

2,4

19

Venezia

562

812

2,1

20

Palermo

593

801

2,8

21

Livorno

599

789

2,3

22

Firenze

606

788

2,2

23

Torino

546

773

2,1

24

Bari

563

725

2,7

25

Campobasso

499

721

2,5

26

Messina

512

705

2,6

27

Catanzaro

511

682

2,6

28

Reggio Calabria

511

682

2,6

29

Cagliari

561

680

2,6

30

Napoli

503

656

2,3

31

Ancona

408

544

1,8

Tabella n. 2: Classifica delle regioni più care, in termini di spesa aggiuntiva annua (in ordine decrescente di spesa per famiglia di 4 persone)

 N

Regioni

Rincaro annuo per la famiglia media

(in euro)

Rincaro annuo per famiglia di 4 persone

(in euro)

Inflazione

annua di settembre

1

Trentino Alto Adige

786

1126

2,9

2

Liguria

673

1110

3

3

Valle d’Aosta

661

1092

2,6

4

Emilia-Romagna

711

1000

2,7

5

Lombardia

678

963

2,5

6

Friuli-Venezia Giulia

653

963

2,8

7

Veneto

647

957

2,6

8

Umbria

564

892

2,4

9

Basilicata

599

853

3

10

Sicilia

599

830

3,1

11

Piemonte

556

804

2,3

12

Lazio

554

755

2,3

13

Toscana

565

747

2,2

14

Abruzzo

542

732

2,7

15

Marche

536

716

2,4

16

Molise

479

692

2,4

17

Puglia

514

675

2,7

18

Sardegna

533

656

2,7

19

Calabria

482

646

2,5

20

Campania

461

614

2,3

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti