Cestistica, all’inferno e ritorno: bianconere vittoriose 59-53 su Firenze

Dal -15 di fine terzo quarto al +4 con un 19-0 in cinque minuti. Tre le spezzine in doppia cifra

LA SPEZIA – Una partita folle. Ma anche leggendaria. La Cestistica resuscita come una fenice dal -15 di fine terzo quarto e, con un 19-0 in apertura dell’ultimo periodo, strappa la vittoria su Firenze col punteggio di 59-53. Negli ultimi dieci minuti le bianconere sono riuscite a mettere in campo quell’energia è quell’intensità che avevano mostrato solo a tratti nei primi tre periodi. Difesa, palle recuperate, punti facili in transizione e percentuali al tiro ritornate su livelli accettabili: questo il mix che ha permesso alle ragazze di coach Corsolini di ribaltare la partita. Stavolta a Firenze non sono bastati i 25 punti di Marta Rossini, top scorer della gara. Per le spezzine tre giocatrici in doppia cifra: Matilde Pini e Nancy N’Guessan con 13 punti, poi il capitano Elisa Templari con 11.

LA PARTITA – Il primo canestro della gara lo realizza Firenze con Poggio, a cui risponde Colognesi. Da questo momento la squadra toscana prende il comando della gara, con la stessa Poggio e Marta Rossini sugli scudi. La Cestistica però riesce a rimanere sempre a contatto con le ospiti grazie all’energia messa in campo dalle proprie giocatrici. Una tripla di De Marchi chiude la prima frazione sul 10-14 per le fiorentine. Se il primo periodo è stato godibile, il secondo è ancora più intenso. N’Guessan ruba palla e realizza in contropiede subendo fallo per la parità sul 16-16. Firenze però riesce sempre a trovare la via del canestro e torna sempre a guidare la gara, con Poggio e Marta Rossini ancora protagoniste. Una tripla di Zolfanelli e due liberi di Cerino, però valgono il primo sorpasso spezzino (25-24). Il vantaggio dura poco perché Firenze piazza un 7-0 con 6 punti di Rossini per il nuovo +6 (25-31), col parziale che viene chiuso da due liberi di Templari. In chiusura di quarto è ancora De Marchi con l’incursione vincente a segnare il 28-33 con cui le squadre vanno all’intervallo lungo.

Il terzo periodo è un incubo per la Cestistica, che segna soltanto 4 punti nel giro di 10 minuti. Firenze gestisce al meglio il ritmo della partita, a basso regime, impedendo punti facili in transizione alla squadra bianconera. Marta Rossini prosegue il suo show personale con altri 8 punti e così permette alla propria compagine di scappare sul +15 dopo 30 minuti (32-47). L’ultima frazione, invece, è follia pura: le spezzine costruiscono un break di 19-0, fino a tornare in vantaggio sul 51-47. A trascinare le locali è il capitano Elisa Templari, che segna due triple in fila, coadiuvata da Matilde Pini che la anticipa con un’altra. L’agonismo in campo sale così alle stelle e la Cestistica, col supporto del ritrovato calorosissimo pubblico, gestisce al meglio il finale. De Cassan prima, Poggio e Marta Rossini poi provano a recuperare, ma Cerino e ancora Pini respingono al mittente i tentativi delle ospiti. Il finale è 59-53 per le bianconere.

CESTISTICA SPEZZINA 59-53 PALL. FEMMINILE FIRENZE (10-14, 28-33, 32-47)

LA SPEZIA: Colognesi 2, Templari 11, Cerino 9, Zolfanelli 3, Serpellini, Castellani 8, Pini 13, N’Guessan 13, Meriggi ne, Guzzoni, Guerrieri ne, Amadei ne. ALL: Corsolini.

FIRENZE: M.Rossini 25, Scarpato, S.Rossini 3, De Marchi 7, Dell’Olio 2, Galfano ne, Poggio 10, Reani 4, Franchini ne, De Cassan 2. ALL: Corsini.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti