Il gran finale del Festival della Salute a Lerici con Paolo Crepet

Consegna delle medaglie ai volontari sempre presenti in prima linea nella lotta alla pandemia. 

LERICI – Si è concluso davvero nel migliore dei modi, a nostro modo di vedere, il Festival della Salute a Lerici, dieci giorni intensi e ricchi di spunti e di contenuti, di idee e di pratiche del ben-essere.

E’ stata infatti la premiazione di tutti i volontari che, ringraziati uno ad uno, dal sindaco Leonardo Paoletti, si sono prodigati, insieme ai Vigili Urbani, in questo ultimo anno e mezzo, tutti in prima linea, come una grande e unica squadra, per far fronte alle emergenze provocate dalla pandemia.

Così sono sfilati, uno ad uno, orgogliosi e anche commossi, preceduti dai rispettivi presidenti, i volontari della Pubblica Assistenza di Lerici, dell’Associazione Carabinieri in congedo, del Gruppo Radio Marconi. Con tutti loro si è complimentato il prefetto Maria Luisa Inversini che è voluto essere presente a questo finale di tributo alla solidarietà, all’attenzione per gli altri nei più disparati aspetti dei bisogni che sono emersi durante i giorni, le settimane e i mesi della pandemia.

Le medaglie del Festival della Salute, salute intesa come benessere del singolo ma all’interno del benessere della collettività e dell’ambiente, in una visione circolare ed equilibrata  nel rapporto uomo-natura, sono state poi consegnate dallo stesso sindaco di Lerici Leonardo Paoletti, dal vice sindaco Marco Russo, dal presidente del consiglio comunale Massimo Carnasciali che hanno ringraziato l’assessore alla Salute Alessandra Di Sibio il merito non solo di aver avuto l’idea del Festival ma anche di averlo organizzato con contenuti e presenze di assoluto livello.

Presenze, contributi e testimonianze che hanno messo a disposizione di tutti, grazie anche alla collaborazione di tre classi del Liceo Tecnologico Capellini con oltre cinquanta ragazzi impegnati nello stage scuola-lavoro, un quadro davvero completo di ricerche, studi, esperienze, analisi, pratiche riassunte sempre domenica in un finale da tutto esaurito con Paolo Crepet, psichiatra, sociologo e divulgatore, che si è intrattenuto e confrontato per due ore con il pubblico, ragionando sul suo ultimo libro “Oltre la tempesta”.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti