Dl infrastrutture, Gagliardi (CI): “Bene il decreto approvato per un paese più moderno e sicuro”

ROMA – “L’attenzione che Draghi ha posto al tema delle infrastrutture è la nuova direzione dell’Italia, modernità, efficienza, sicurezza, sostenibilità, attenzione ai soggetti fragili. Obiettivi a cui noi di Coraggio Italia vogliamo contribuire per questo abbiamo sostenuto il decreto che introduce norme rilevanti su cui siamo riusciti ad arrivare grazie all’ottimo lavoro emendativo svolto dalle Commissioni congiunte ottava e nona”. Dichiara in una nota a deputata di Coraggio Italia, Manuela Gagliardi.

“Per noi e’ prioritaria la sicurezza dei cittadini. Il dramma del ponte Morandi ci ha fatto capire che è nostro primario dovere garantire la sicurezza agli utenti di strade, autostrade e ferrovie. Importantissimo quindi l’emendamento di Coraggio Italia sulla sicurezza dei passaggi a livello e il potenziamento dell’Agenzia nazionale per sicurezza delle infrastrutture ferroviarie, stradali e autostradali (Ansfisa), che stenta a diventare operativa e che per questa ragione tante volte è stata oggetto di nostri atti di sindacato ispettivo perché la riteniamo di importanza primaria per monitorare lo stato delle nostre infrastrutture. Degne di nota anche le misure di semplificazione come l’obbligo di trasparenza da parte degli Enti locali sui proventi delle multe e la possibilità di evitare una multa se si è senza documenti alla guida e se gli stessi possono essere verificati online. Fondamentale anche il sostegno stanziato alle Autorità portuali per le stazioni marittime e il servizio di supporto ai passeggeri, ma anche per la realizzazione di nuove infrastrutture e il potenziamento di quelle già esistenti che sono vitali per i nostri territori. Altrettanto importanti sono la regolamentazione dell’uso dei monopattini, le risorse stanziate per le piste ciclabili e i bonus per le auto elettriche, tutto a sostegno della nuova mobilita’ verde. Bisogna pensare anche ai piu’ deboli – ricorda l’onorevole Gagliardi – l’introduzione dei «parcheggi rosa», l’erogazione di contributi ai comuni per l’istituzione di spazi riservati alla sosta gratuita di genitori con un bambino di età non superiore a due anni, o le misure di sostegno alla mobilità delle persone con disabilità vanno verso questa direzione. Per il Mezzogiorno sono previsti sostegni ai progetti per ridurre il divario infrastrutturale in molti settori. Un paese moderno non può che passare dalle proprie infrastrutture e il decreto approvato e’ solo un primo passo verso la modernizzazione e la sicurezza del nostro territorio”, conclude.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti