Motta a caccia di punti in casa di Italiano

Arriva all’undicesima giornata di campionato il primo scontro tra Thiago Motta e Vincenzo Italiano, il presente contro il passato ripudiato, gentleman contro traditore nell’immaginario comune del tifoso spezzino. La bella notizia è che in un colpo solo Motta ne recupera 4: Erlic, Reca, Kiwior e Sala. Per Italiano l’assenza pesante di Gonzalez. Al Franchi saranno in mille a tifare per i bianchi. 

Arriva all’undicesima giornata di campionato il primo scontro tra Thiago Motta e Vincenzo Italiano, il presente contro il passato ripudiato, gentleman contro traditore nell’immaginario comune del tifoso spezzino.
Già un bel tema di partenza che accompagnerà anche il migliaio di tifosi spezzini in viaggio questa mattina verso la città Toscana.

Ma non è per fortuna l’unico tema di giornata, perché sono in palio punti pesanti per l’anemica classifica dei bianchi, depauperata di almeno 3 o 4 rispetto a quelli che avrebbe meritato, per restare stretti.
Ma c’è soprattutto l’inversione di tendenza auspicata da tempo a rendere la giornata finalmente più serena almeno nel pre gara.
Dopo tanta sfortuna infatti, legata a una situazione infortunati veramente pesante e penalizzante, Thiago Motta sembra tornare a rivedere la luce in fondo al tunnel.

In un colpo solo ecco i recuperi di ben 4 giocatori: Erlic, Reca, Kiwior e Sala.
I quattro vanno ad aggiungersi ai due recuperi già arrivati martedì scorso nella sfortunata gara contro il Genoa, Amian e Colley, quest’ultimo protagonista nella ripresa e candidato a una maglia da titolare per oggi a Firenze.
Restano ancora fuori Agudelo, Buorabia, Leo Sena e Sher, per i quali ci vorrà qualche settimana in più a seconda dei casi.

Motta ne ha convocati 23 e quindi per la prima volta avrà la panchina lunga e possibili scelte a gara in corso.
Resta da capire se qualcuno dei recuperati sarà proposto dall’inizio, magari per problemi fisici di qualche interprete che ha riposato poco in questo periodo, ma è probabile che si riparta da un undici simile a quello di martedì per sfruttare poi le scelte a seconda dell’andamento del match.
I possibili ballottaggi potrebbero essere quelli tra Ferrer e Amian, tra Antiste e Strelec, tra Salcedo e Verde, per finire con quello Gyasi Colley, mentre i progressi di Nzola fanno pensare a una conferma, anche se c’è pronto Manaj.
Proviamo a ipotizzarla così (4-2-3-1): Provedel; Ferrer, Hristov, Nikolaou, Bastoni; Maggiore, Kovalenko; Antiste, Verde, Gyasi; Nzola.

Sulla sponda Viola, Vincenzo Italiano sarà costretto nuovamente a fare a meno di Nico Gonzalez, positivo al Covid.
Saranno assenti anche Pulgar e Dragowski per infortunio, oltre a Kokorin, non ancora al meglio.
In porta quindi ancora Terracciano, mentre in difesa dovrebbe tornare titolare Odriozola che affiancherà Milenkovic, Martinez Quarta e Biraghi.
Nel mezzo giocherà Torreira con mezzali Bonaventura e Castrovilli, mentre in attacco Sottil e Callejon si giocano il posto a destra, con Saponara che, dopo aver riposato a Roma, tornerà titolare a sinistra, con Vlahovic centravanti.
Per cui ecco il probabile undici (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Castrovilli; Sottil, Vlahovic, Saponara.

Fischio d’inizio da parte di Giua alle ore 15, con i tifosi spezzini che per la prima volta occuperanno il settore ospiti dell’Artemio Franchi, diretta su Dazn.

Enrico Lazzeri

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti