La Spezia Green, costruire la nostra città del futuro

Più efficiente, più pulita, sempre più ecologica. 
Il Convegno 12, 19, 26 novembre.

LA SPEZIA – 3 giorni per spiegare alla Città gli obiettivi raggiunti nel campo della tutela ambientale ed i prossimi passi da percorrere insieme per costruire la NOSTRA CITTA’ DEL FUTURO: PIU’EFFICIENTE, PIU’ PULITA, SEMPRE PIU’ ECOLOGICA.

L’Amministrazione Peracchni ha voluto organizzare 3 giornate che avranno luogo alla Biblioteca “Beghi” il 12, 19 e 26 novembre dalle 10 alle 13,30 aperte al pubblico per spiegare appunto quali sono stati i provvedimenti assunti in questi anni dall’amministrazione, traccerà le linee e illustrerà gli interventi che porteranno La Spezia a diventare un punto di riferimento in Europa per la tutela dell’ambiente.

“La Spezia Green è come guardiamo alla Spezia del futuro: mobilità sostenibile a zero emissioni, mare e cielo puliti, il rifiuto trasformato in risorsa – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – durante questi anni di Amministrazione, abbiamo scommesso sull’ambiente senza ideologia, convinti che la sostenibilità potesse andare a pari passo con l’innovazione e la tecnologia, e che la tutela dell’ambiente fosse anche un modo di tutelare la società tutta.

Abbiamo iniziato con la rivoluzione della raccolta differenziata che nel 2017 era del 62% mentre oggi sfiora l’80% , e abbiamo proseguito con la cultura del rifiuto come risorsa, promuovendo politiche di tutela ambientale accompagnate all’incentivo del riciclaggio legata anche al sociale, andando fra le persone per diffondere una cultura diversa.

L’obiettivo non è solo quello di avere una città più decorosa e pulita, ma innalzare la qualità della vita degli spezzini a 360 gradi, per questo abbiamo abbandonato l’idea, nel trasporto pubblico locale, di comprare autobus già vecchi con ancora emissioni pesanti: con uno sforzo senza precedenti, tutelando azienda e lavoratori, con Atc Esercizio abbiamo investito sul futuro con autobus nuovi ed ecologici, e con la vittoria del bando MIT da 38milioni di euro andremo a servire il centro storico solo con filobus a emissioni zero. L’abbattimento dell’inquinamento, con questa strategia, sarà netto e sarà ancor più incrementato dalla costruzione dei due parcheggi interscambio e dalla nuova stazione La Spezia Migliarina diventando il nuovo hub verso le Cinque Terre decongestionando il traffico e abbassando ancora notevolmente lo smog. La Spezia Green è complementare a un altro progetto, La Spezia Blue, grazie al quale, con un investimento senza precedenti nelle fognature e nuovo depuratore, non avremo più scarichi a mare.

E’ chiaro che questi interventi sono frutto di una politica che non ragiona al minuto e all’immediato consenso elettorale, ma sono frutto di una politica lungimirante, che pensa alla prossima generazione e alle sue esigenze. Sono politiche di ampio respiro e a lungo termine i cui risultati si vedranno nell’immediato e nel tempo: questi convegni sono finalizzati proprio a mettere a fuoco la visione della Città.”

“La città della Spezia, Smart City, Città Intelligente che garantisce la sostenibilità economica, cercando di permettere a tutti i cittadini uno stile di vita eccellente e di venire incontro ad ogni tipo di bisogno. Spiega l’assessore Kristopher Casati. Trasporti, rifiuti, mobilità, sicurezza e manutenzione pubblica sono i campi di azione sui quale ho lavorato insieme agli uffici per garantire una migliore qualità del vivere.

Il viaggio della nostra città verso le Città Intelligenti è iniziato nel 2017, quando, con il nostro insediamento, abbiamo riconosciuto l’importanza del tema della città sostenibile come base per le azioni politiche messe in campo negli ultimi 4 anni e mezzo. E’ nato un vero e proprio progetto che ha rivoluzionato lo scenario ambientale della nostra città, un macro processo di innovazione, promuovendo sempre misure di sostenibilità ambientale.

3 giornate, dove verrà presentato il grande lavoro che ha cambiato notevolmente la città della Spezia: una città che diventa smart e green.”

Nelle giornate tematiche in cui si articola La Spezia Green ( 12 – 19- 26 novembre 2021) , saranno esposti ed approfonditi gli investimenti ed i progetti in corso di realizzazione e di prossima conclusione nei settori della mobilità , del ciclo dei rifiuti e  della tutela delle acque del nostro mare e della qualità dell’aria.

La giornata di apertura dell’iniziativa del 12 novembre vede protagonista la mobilità urbana sostenibile del futuro.

Per avere servizi di trasporto pubblico locale efficienti ed a basso impatto ambientale che soddisfino al contempo le diverse esigenze dei cittadini necessita partire da un’attenta pianificazione della mobilità. L’Amministrazione comunale già dal  2018 con l’aggiornamento del proprio Piano Urbanistico del Traffico e della mobilità (PUMS – PUT) ha pianificato una nuova rete internodale di servizi che si è potuta attuare e si sta concludendo grazie alla operatività di una rinnovata ATC ( declinata nelle due aziende operative  partecipate dal Comune della Spezia –  ATC Esercizio e ATC Mobilità e Parcheggi).

Nuovi parcheggi pubblici, ampliamento dei posti auto esistenti e collegamento al centro città con una rete capillare e diversificata di vettori ecologici a zero emissioni (ciclopedonali, velocipedi e eletto bus) all’ insegna dello SMART- MOVE: questo l’obiettivo perseguito e raggiunto dal nuovo MODELLO DI MOBILITÀ sostenibile fortemente voluto dal Sindaco e dall’Assessorato all’ambiente.

Il nuovo modello di mobilità urbana basato sulla elettrificazione  spinta del trasporto pubblico locale della nostra città si completerà con la messa in esercizio  nei prossimi mesi di nuovi filobus da 18 metri di lunghezza. L’ acquisto dei nuovi mezzi completa il progetto MIT che beneficia di significativi finanziamenti ministeriali ottenuti grazie al lavoro di squadra tra Comune – Regione Liguria  ATC. Il progetto ed i dettagli costruttivi dei nuovi mezzi acquistati a servizio della mobilità elettrica cittadina saranno illustrati nella giornata del 12 novembre da ATC.

Il 19 novembre sarà la volta della gestione dei rifiuti. Occuparsi della gestione rifiuti vuol dire essere vicino ai cittadini ed ai problemi quotidiani da risolvere. Con questo principio guida l’Amministrazione comunale ha rivoluzionato la raccolta differenziata della Città e dopo una iniziale riorganizzazione della raccolta stradale intelligente dei rifiuti urbani prosegue con nuovi progetti sempre più adattandosi ai bisogni della città in costante cambiamento.

A completare “la rivoluzione” del sistema di raccolta differenziata sono in campo diversi nuovi progetti che ampliano i servizi che già attestano la nostra città tra le prime in Italia per le buone pratiche di raccolta differenziata.

Nuovi servizi di spazzamento e di raccolta selettiva dei rifiuti urbani stradali  completeranno la gestione del futuro servizio intelligente per intercettare anche i flussi turistici così da poter garantire maggiore decoro urbano, igiene e pulizia delle strade.

La realizzazione del nuovo centro di raccolta comunale (c.d. isola ecologica) comprensivo di centro di riutilizzo e riuso, completano il ciclo di vita del flusso dei nostri rifiuti verso l’impatto- zero del ciclo dei rifiuti.

Nel corso della giornata , ACAM Ambiente illustrerà in qualità di gestore anche le proprie scelte gestionali ed organizzative per diminuire gli impatti ambientali della flotta dei propri mezzi in un’ ottica di rispetto per l’ambiente a 360 gradi.

Nella giornata dedicata alle novità in tema di rifiuti un focus speciale sarà dedicato al riutilizzo degli abiti usati, per cambiare simbolicamente il modo di vestire Spezia in ottica solidale oltreché ambientale con il contributo di Caritas Diocesana della Spezia.

Protagoniste della terza giornata, il 26 novembre, saranno il nostro mare e l’aria della nostra città. L’eccellenza della qualità delle acque marine ancorché di un porto all’interno del centro della Città  , è un obiettivo raggiungibile che si può concretizzare con gli sforzi uniti di tutti.

Il Comune della Spezia aderendo al partenariato del Santuario Pelagos con il Ministero della Transizione ecologica, promuove numerose azioni in sinergia con gli Enti locali interessati e il gestore del ciclo integrato delle acque, per conservare e migliorare l’habitat marino “Santuario dei cetacei” di cui fa parte il nostro specchio di mare.

Tali azioni nel contempo migliorano la qualità ambientale del nostro reticolo idrografico fino al mare con i connessi benefici sulla salute ed il benessere della Città.

La prima azione verso la certificazione ambientale del nostro mare è stata rivolta alla gestione dei reflui urbani della città. Dopo un’attenta pianificazione delle necessità, l’Amministrazione comunale, in sinergia con l’autorità preposta alla gestione del ciclo delle acque (ATO IDRICO/ PROVINCIA DELLA SPEZIA) ha predisposto un piano degli investimenti di circa 7 milioni di euro tra il 2019 e il 2021 per realizzare nuove reti fognarie a servizio dei quartieri privi di collegamento al depuratore comunale.

Contestualmente sono stati previsti finanziamenti per l’ampliamento della capacità depurativa e l’ammodernamento del depuratore cittadino (in gergo tecnico chiamato “revamping” ) per consentire un miglioramento dell’efficienza di depurazione prima dell’immissione a mare degli scarichi depurati.

L’ammodernamento del depuratore,  in avanzata progettazione definitiva da parte del Gestore ACAM – Gruppo Iren , prevede l’introduzione di tecniche innovative di abbattimento degli inquinanti organici, senza ricorrere a composti chimici ma introducendo tecniche di filtrazione spinta selettiva (tecnologia di filtrazione a membrana).

Il 26 novembre sarà presentato nel dettaglio da ACAM Acque S.p.a. il progetto Tutto un altro mare  dedicato ai cittadini e agli amministratori di condomino per agevolare le procedure di allaccio  alle nuove fognature. Per agevolare gli utenti nelle procedure di allaccio il Comune ha messo a disposizione il proprio Ufficio ambiente coadiuvato dai tecnici del servizio Mobilità/Infrastrutture che in affiancamento al gestore forniranno informazioni capillari  e assistenza per risolvere eventuali problematiche puntuali attraverso un calendario di incontri presso info point appositamente allestiti sul territorio.

La tutela del nostro mare non può prescindere da una dialettica costruttiva permanente tra Città e Autorità portuale poiché le pressioni ambientali del porto sulla città sono proporzionate allo sviluppo produttivo dell’attività portuale, sia del settore croceristico che mercantile che della diportistica. Il convegno è tra le altre un ‘occasione di ulteriore confronto costruttivo per il bene comune del nostro mare e della nostra Città.

La giornata del 26 novembre sarà pertanto un’ occasione per conoscere i progetti per la tutela della qualità dell’aria, di mitigazione del rumore e di salvaguardia delle acque connessi allo sviluppo del nostro porto esposti dall’autorità portuale tra le iniziative GREEN PORTS,

La nuova mappa acustica comunale sarà elemento di equilibrio dello sviluppo sostenibile della città del futuro quale strumento capace di contenere le pressioni ambientali acustiche in particolare per le zone della città maggiormente esposte in ambito urbano. La nuova classificazione acustica comunale sarà illustrata quale anticipazione dell’iter di formale adozione da parte dell’Amministrazione comunale.

Per partecipare al convegno è necessaria la prenotazione allo 0187 727437 dal lunedì al sabato dalla 9 alle 13 oppure è possibile inviare una mail al seguente indirizzo: ambiente@comune.sp.it

L’accesso è consentito con Grenn Pass e nel rispetto dei protocolli sanitari vigenti.

Il convegno è organizzato dal Comune della Spezia in collaborazione con Mp Mobilità e Parcheggi, Atc Esercizio S.p.A, Acam Acque e Acam Ambiente Gruppo Iren

Tutti i materiali che verranno usati e distribuiti saranno ecofrendly.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti