Disciplina della Circolazione Stradale in periodo invernale

Peracchini: “Può sembrare strano parlare di ‘emergenza neve’ alla Spezia, eppure invece è una delle attività più complesse che l’ente deve gestire.

Lo scorso anno abbiamo dovuto affrontare e risolvere un lungo periodo di emergenza meteo con forti precipitazioni nevose nell’entroterra spezzino.

Ogni anno viene disposto un piano di intervento, come sta avvenendo in questi giorni. Lo scorso inverno si sono raggiunte condizioni meteo negative da record, in ogni caso sono state garantire tutte le condizioni di sicurezza e le strade sono state sempre rese fruibili.

L’invito è quello di tenere sempre conto delle indicazioni e delle disposizioni date dal nostro settore strade”.

LA SPEZIA – La Provincia della Spezia, in questi giorni, ha dato il via al proprio piano di prevenzione per affrontare eventuali situazioni emergenziali derivanti da eventi meteo invernali, sia ordinari che eccezionali, come avvenuto lo scorso anno con riferimento alle forti nevicate che hanno interessato il territorio spezzino. Si tratta di un programma che prevede potenziamento dei servizi tecnici ed emanazione di norme relative alla circolazione stradale.

In questo contesto è stata così emessa un’ordinanza che rientra nelle disposizioni a tutela della sicurezza sulle strade e che segue l’attivazione di tutte le predisposizioni preventive in corso, per limitare i pericoli ed i disagi in caso di emergenza meteo nivologica. Questa disposizione riguarda tutte le strade provinciali dell’intero territorio spezzino.

Nel territorio spezzino, in particolar modo nella zona della Val di Vara, ma non solo (per questo l’ordinanza ha valore per tutta la rete stradale provinciale), durante il periodo invernale le precipitazioni nevose ed i fenomeni di pioggia ghiacciata possono avere durata ed intensità tali da creare situazioni di pericolo per gli utenti e condizionare il regolare svolgimento del traffico stradale.

Detti fenomeni possono, in base alla loro intensità, determinare infatti situazioni di ridotte condizioni di aderenza degli pneumatici dei veicoli, questo con un aumento del rischio per la pubblica incolumità. Inoltre, in tali circostanze, occorre evitare che i veicoli in difficoltà possano produrre blocchi della circolazione rendendo di conseguenza difficoltoso, se non impossibile, garantire l’espletamento del servizio di sgombero neve.

Per questo la Provincia della Spezia, tramite un’ordinanza emessa dal proprio Settore Tecnico, ha disposto che tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli, nel periodo dal 15 novembre 2021 al 15 aprile 2022, che transitano sull’intera rete viaria di competenza di questo Ente, devono essere muniti di pneumatici invernali, ovvero devono avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli idonei alla marcia su neve e ghiaccio.

Nel periodo di vigenza di quest’obbligo i ciclomotori a due ruote e i motocicli, possono circolare, lungo le strade provinciali spezzine solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto o temperature prossime allo zero che possano causare presenza di ghiaccio sulla sede stradale.

“Può sembrare strano parlare di ‘emergenza neve’ alla Spezia, eppure invece è una delle attività più complesse che l’Ente deve gestire.

Lo scorso anno abbiamo dovuto affrontare e risolvere un lungo periodo di emergenza meteo con forti precipitazioni nevose nell’entroterra spezzino. Gran parte dei 550 chilometri di strade che sono di competenza della Provincia, sono nell’entroterra, molte con caratteristiche montane e spesso sono l’unico accesso a borghi o centri abitati della Val di Vara e della zona retrostante le Cinque Terre.

Ogni anno viene disposto un piano di intervento, come sta avvenendo in questi giorni, che riguarda la preparazione dei nostri mezzi, le convenzioni con aziende private, sempre per ripulire le strade in caso di nevicate, e la creazione di scorte di sale. Le nostre risorse economiche sono limitare e questo ci obbliga a razionalizzare il tutto in modo da non disperderle. Lo scorso inverno si sono raggiunte condizioni meteo negative da record, qualcosa che non capita spesso, in ogni caso sono state garantire tutte le condizioni di sicurezza e le strade sono state sempre rese fruibili._ spiega il Presidente Pierluigi Peracchini _

Il coordinamento con i Comuni, con l’attività predisposta dai Sindaci, è fondamentale.  Noi siamo un ente di secondo livello, abbiamo competenza e responsabilità sulla principale rete stradale spezzina, ma il nostro è un ruolo che si deve integrare con quello delle amministrazioni locali, in un gioco di squadra sinergico che vede al primo posto l’obiettivo di garantire la sicurezza per i cittadini”.

Quello emanato è uno dei primi interventi per affrontare la stagione invernale in sicurezza, infatti in queste settimane la Provincia della Spezia ha già attivato un piano di pronto intervento, sull’esperienza di quello che è avvenuto lo scorso anno, attivando le convenzioni con aziende e risorse esterne all’Ente in modo da avere a disposizione tutte le risorse possibili.

Nello specifico è in corso di definizione il servizio di sgombero neve e spargimento cloruri (sale) che è in fase di potenziamento in essere in vista dell’approssimarsi della stagione invernale.

“Chi abita nelle località della Val di Vara conosce questa particolare condizione in cui, durante l’inverno, la nostra provincia si trova, mentre in altri casi chi abita sulla costa tende magari a non rilevare questo aspetto che però abbiamo visto interessa invece tutti. _ commenta ancora il Presidente Pierluigi Peracchini _

Proprio per questo l’invito è sempre quello di tenere conto delle indicazioni e delle disposizioni date dal nostro settore strade. I controlli effettuati sono necessari proprio per garantire la sicurezza di tutti ed impedire che si verifichino incidenti o situazioni di difficoltà”. 

Si ricorda che gli pneumatici invernali che possono essere impiegati sono quelli omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE del Consiglio delle Comunità Europee e successive modifiche, ovvero secondo il corrispondente regolamento UNECE, muniti del previsto marchio di omologazione.

I mezzi antisdrucciolevoli impiegabili in alternativa agli pneumatici invernali sono quelli di cui al decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 10 maggio 2011 – Norme concernenti i dispositivi supplementari di aderenza per gli pneumatici degli autoveicoli di categoria M1, N1, O1 e O2. Sono altresì ammessi quelli rispondenti alla ÖNORM V5119 per i veicoli delle categorie M, N e O superiori, così come è fatto salvo l’impiego dei dispositivi già in dotazione, purché rispondenti a quanto previsto dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 13 marzo 2002 – Norme concernenti le catene da neve destinate all’impiego su veicoli della categoria M1.

I dispositivi antisdrucciolevoli da tenere a bordo devono essere compatibili con gli pneumatici del veicolo su cui devono essere installati.

Articolo precedenteRintracciato 63enne scomparso da Pisa
Articolo successivoSPEZIA-TORINO 1-0

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti