L’artista spezzina Antonella Mezzani partecipa con sue opere ad “Artepadova 2021”

La sua tecnica è la pittografia, fusione di due arti tra fotografia e pittura su tela. 

LA SPEZIA – La nota artista spezzina Antonella Mezzani parteciperà alla fiera internazionale “Artepadova 2021” che si svolgerà nella città veneta dall’11 al 15 novembre prossimi e più precisamente nel padiglione 4- stand 130 insieme alla galleria d’arte “Il Melograno” di Giulio Ferrieri Caputi di Livorno che l’accompagnerà in questa fiera di settore nell’ambito del Cats (Contemporary art talent show).

Mezzani ha già partecipato a mostre personali e collettive in contesti di arte contemporanea sia nazionali a Milano, Spoleto, Firenze, Lucca, che internazionali ad Atene, Innsbruk, Miami. Le sue opere sono quotate in battuta d’asta. Mezzani è presente infatti sui principali siti leader del mercato dell’arte e ha uno spazio personale sull’Atlante dell’arte contemporanea De Agostini edizione 2020.

Il suo curriculum e il suo portfolio hanno all’attivo trenta anni di attività artistica, con formazione umanistica. Si è diplomata infatti al Liceo Artistico di Carrara e ha frequentato l’università di Pisa alla facoltà di lettere moderne con percorso storico-artistico. Mezzani ha esplorato l’attività artistica alla maniera “rinascimentale” cimentandosi in svariate tecniche e linguaggi.

E’stata apprezzata per la sua attività giovanile nella grafica, per la sua produzione di piccole sculture gioiello e infine nella sperimentazione fotografica unita alla pittura nei suoi ultimi sei anni di lavoro. L’innovativa tecnica utilizzata da Mezzani nelle sue opere concettuali è la pittografia che consiste nella fusione delle due arti, fotografia e pittura su tela, creando in ogni quadro un’opera unica: attraverso immagini digitali create dalla sovrapposizione dei suoi scatti fotografici, crea opere pittoriche che esaltano alcuni aspetti dell’immagine fotografica stampata su tela, in cui Mezzani fonde indissolubilmente le due arti, progettandole come un unico atto creativo, al quale approccia con tecnica mista : utilizzando acquerello, crete, colori per stoffa, foglia oro.

I suoi quadri sono dedicati alla donna in cui natura e femminilità si fondono e si rincorrono connotando e trascendendo gli aspetti chiave dell’introspezione femminile. Per le sue pittografie su tela, nella sua recente produzione che va dal 2018 al 2021, ha al suo attivo numerose recensioni del suo operato artistico tra cui si annoverano testi critici di esperti d’arte come Vittorio Sgarbi, Monica Mazzolini, Rosario Sprovieri, Massimo Bramandi, Luigi Gattinara, Armando Principe.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti