Terminati i lavori di ripristino della diga e banchina della Cooperativa Mitilicoltori Associati

Le opere sono state finanziate dal Programma regionale della Pesca e dell’Acquacoltura. 
L’intervento rappresenta un’importante opera di protezione della costa e della baia che ospita l’impianto di stabulazione. 

LERICI – Si sono conclusi i lavori di ripristino della diga di protezione e della banchina che ospita lo stabilimento di stabulazione della Cooperativa Mitilicoltori Associati di Santa Teresa.

La banchina di approdo per lo scarico dei muscoli è protetta da una scogliera in massi che, a seguito delle forti mareggiate, e in particolare dopo l’evento dell’ottobre 2018, ha subito ingenti danni e perso l’adeguata funzionalità.

Le opere realizzate consistono nel ripristino della banchina, di cui è stato risanato il calcestruzzo e sostituiti gli anelli di ormeggio, e della scogliera, riportata nelle condizioni originali attraverso un’attività di “intasamento” con cui risolvere il problema dei continui allagamenti del piazzale durante le mareggiate.

L’intervento ha consentito inoltre di adeguare gli spazi e garantire la sicurezza dell’edificio e delle manovre delle barche degli operatori che, durante le operazioni di sbarco dei muscoli, approdano al molo.

L’intervento è rientrato tra le opere finanziate dal Programma regionale della Pesca e dell’Acquacoltura, in conformità all’art. 51, punto 1, lett. B, che prevede il sostegno del FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) per “il miglioramento e lo sviluppo delle strutture di sostegno e delle infrastrutture necessarie per accrescere il potenziale dei siti di acquacoltura”. Un ulteriore risultato ottenuto grazie alla capacità di pianificazione e progettazione riconosciuta al Comune di Lerici.

Il Comune di Lerici ha partecipato al bando pubblicato nel dicembre 2019, affidando l’incarico per la realizzazione del progetto preliminare, approvato nella seduta di Giunta Comunale del 18 febbraio 2020. “La pratica, nonostante l’emergenza epidemiologica, ha completato l’iter delle autorizzazioni, ottenendo il nulla osta degli Enti sovraordinati e la definitiva approvazione del progetto esecutivo, nello scorso mese di giugno – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Marco Russo -. L’intervento rappresenta un’importante opera di protezione della costa e della baia che ospita l’impianto di stabulazione, fiore all’occhiello della produzione e commercio locale e nazionale di muscoli”.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti