“Fermiamo il silenzio, stop alla violenza sulle donne”

Appuntamento al castello di Riomaggiore sabato 20 novembre. 

RIOMAGGIORE – Domani, sabato 20 novembre dalle 17 alle 18.30, al castello di Riomaggiore si parlerà di donne, di violenza e di cosa è possibile fare per aiutare e sostenere le vittime.

Fermiamo il silenzio, stop alla violenza sulle donne”. È questo il titolo dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Riomaggiore, e organizzata dalla ASD Sistema Autodifesa Multisport, che tra le varie attività promuove la difesa personale e si pone tra gli obiettivi quello di sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a un argomento così importante come la violenza legata al genere, che continua a essere una piaga sociale.

La giornata si aprirà parlando di violenza di genere e della violenza contro le donne, affrontando il tema in maniera trasversale partendo dal fenomeno dello stalking fino ad arrivare al femminicidio. Si parlerà dell’importanza di fare prevenzione e verranno illustrati quali atteggiamenti attuare in situazioni ritenute a rischio. Seguirà poi una dimostrazione pratica di tecniche di difesa personale. Al termine il bar O’Netto di Riomaggiore offrirà un aperitivo ai presenti.

“Quello della violenza sulle donne – ha detto la sindaca di Riomaggiore Fabrizia Pecuniaè un tema delicato, da affrontare con grande senso di responsabilità, per difendere i più deboli e accrescere la consapevolezza della comunità. Essere presenti a questo evento è importante, rappresenta un’occasione per capire e imparare a difenderci. La violenza di genere è un argomento che sta molto a cuore all’Amministrazione di Riomaggiore. Per questo motivo riteniamo opportuno non limitare l’organizzazione di queste iniziative solamente durante la settimana dedicata a combattere la violenza contro le donne ma fare in modo che se ne parli tutti i giorni. E lo faremo partendo dalle scuole, parlando con i nostri ragazzi”.

All’evento saranno presenti la sindaca Fabrizia Pecunia, il consigliere comunale Roberto Andreoli, che è anche istruttore dell’associazione, la presidentessa dell’Asd SAD Ombretta Oleari e Serena Olivieri, responsabile per conto dell’associazione del sistema autodifesa donna.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti