La Tarros frena, ma contro la capolista esce dal parquet a testa alta

Bella prova dei bianconeri di fronte ad un ottimo Montecatini, che consolida il primato. 

LA SPEZIA – Dopo quattro vittorie consecutive, la Tarros frena la propria rincorsa alla vetta, fermata proprio da chi la vetta della classifica del campionato di serie C Gold Toscana la occupa.

La capolista Herons Montecatini Terme consolida il primato mostrando, al PalaSprint, tutto il proprio valore e battendo i padroni di casa 72-79.

I bianconeri, comunque, escono dal parquet a testa alta, tra gli applausi del pubblico ed i complimenti degli avversari, consapevoli di essere stati autori di una bella prestazione e di aver tenuta testa, almeno per metà gara, ad un roster che punta dritto alla serie B.

Per questo, nonostante la sconfitta, il Presidente bianconero Danilo Caluri è sorridente: “Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, ognuno ha dato il massimo ed abbiamo fatto una bella gara. Abbiamo messo sul parquet il giusto atteggiamento, contrariamente a quanto era accaduto la scorsa settimana, e abbiamo fatto una bella partita, contro una squadra ottima che ha tante rotazioni e che ha meritato di vincere. Montecatini è una grande formazione e noi abbiamo saputo tenerle testa bene, poi alla distanza la loro superiorità è venuta fuori. Sono però molto soddisfatto di quello che hanno fatto i miei ragazzi e sono certo di avere un’ottima squadra che potrà dire la sua in questo campionato”.

Nessun rimpianto, quindi, in casa bianconera. Gli spezzini erano chiamati ad una prova di maturità dopo la vittoria, ma la brutta prestazione, della scorsa settimana, ed hanno risposto presente. Perdere, ovviamente, non piace a nessuno, ma maturità significa anche ammettere la superiorità, almeno in quei 40 minuti, degli avversari. Era importante che gli spezzini dessero tutto quello che avevano e contro Montecatini lo hanno sicuramente fatto, nessuno si è risparmiato.

Tarros e Montecatini hanno regalato al pubblico del PalaSprint una partita bella e vibrante, densa di emozioni e dal tasso tecnico elevato.

Sono tre triple per parte ad aprire la gara che, in avvio, è equilibrata. Le due formazioni sono sempre molto vicine, ma a chiudere in vantaggio la prima frazione sono i padroni di casa (28-23).

Vantaggio che viene neutralizzato subito, in avvio della seconda frazione. Poi gli ospiti si portano avanti per la prima volta grazie ad un fallo tecnico a seguito di proteste della panchina e ai conseguenti tiri liberi. Poi continua l’equilibrio ed il vantaggio ospite all’intervallo è davvero un nulla: 38-40.

Al rientro in campo, però, questo esiguo vantaggio, piano piano, si allarga e all’ultima frazione il Montecatini si presenta sul 49-61.

Ci sono 10 minuti da giocare e la Tarros non si dà certo per vinta, anzi. Gli spezzini riescono più volte a riavvicinarsi agli avversari, ma di fronte c’è una signora squadra che sa bene come gestire il gioco e non si lascia sorprendere. I toscani vincono e consolidano il primato. I liguri perdono, ma a testa alta.

Per tornare a fare punti e riprendere la rincorsa alla vetta si guarda alla partita della prossima settimana: la Tarros sarà impegnata in trasferta, sabato 27 novembre alle 21.15, contro l’Olimpia Legnaia.

Spezia Basket Club Tarros – Herons Basket Montecatini: 72-79

Spezia Basket Club Tarros: Bolis 11, Gaspani ne, Ramirez 0, Menicocci 4, D’Imporzano ne, Kuntic 11, Vignali 15, Fazio 2, Pietrini ne, Balciunas 29, Vivi ne, Cozma ne. Coach: Bertelà.

Herons Basket Montecatini: Di Nezza ne, Paunovic 20, Laffitte 8, Obiekwe 10, Galli 9, Lupi 2, Giancarli 8, Dell’Uomo 12, Bechini ne, Lepori ne, Incitti 5, Casoni 5. Coach Barsotti.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti