Azzurro Donna: “L’approvazione della mozione CULLE PER LA VITA è un segno di civiltà”

GENOVA – Grazie alla mozione del capogruppo di forza Italia Claudio MuzioCulle per la vita” approvata ieri in Consiglio Regionale, sarà avviata una campagna informativa sulla possibilità del parto in anonimato e sull’esistenza di cinque culle per la vita sul territorio Ligure.

”Questi strumenti vengono incontro al dramma di tutte quelle donne che, per gravi motivi economici, psicologici o sociali, non sono in grado di prendersi cura del loro bimbo appena nato garantendo alla mamma di partorire in sicurezza e al neonato di sopravvivere e avere un futuro. L’approvazione della mozione è un segno di civiltà e rispetto, e sono molto grata al consigliere Muzio di essersi fatto portavoce in Consiglio Regionale di una tematica così delicata ed importante per molte donne”. È quanto dichiara Alice Dotta, coordinatrice regionale di Azzurro Donna Liguria, il movimento femminile di Forza Italia.

Vorrei ricordare, a fronte di alcune dichiarazioni che ho letto da parte di chi si è opposto a questa mozione, che le mamme che arrivano a fare un gesto così disperato ed estremo come quello di abbandonare il proprio figlio su un marciapiede o in un cassonetto sfuggono, per così dire, alla rete consultoriale ed è perciò fondamentale per queste donne avere la possibilità di conoscere tutte le possibilità a loro disposizione compresi, il parto in anonimato negli ospedali, regolato dal DPR 396/2000, art. 30, comma 2 e le culle, che consentono di salvare vite”, prosegue Dotta. “Ricordo inoltre che in molti casi le madri di questi neonati sono straniere, senza punti di riferimento né conoscenza del sistema assistenziale del nostro Paese”.

“Ho sentito qualcuno definire questa mozione oscurantista. Credo invece che salvare la vita anche di un solo neonato sia un atto di buon senso, umanità e di civiltà”, conclude la coordinatrice regionale di Azzurro Donna.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti