Il Soroptimist Club della Spezia celebra L’Orange World illuminando la città di arancione

LA SPEZIA – Il Soroptimist International, Associazione mondiale di donne impegnate in attività professionali, quest’anno ha celebrato il centenario della sua fondazione, avvenuta  negli Stati Uniti nel 1921.

Da allora, l’ Associazione, che in Italia conta 161 Club e circa 5.300 Socie, ha come scopo principale la promozione ed il sostegno della condizione femminile e la tutela dei diritti umani, mediante l’attuazione di progetti sia a livello internazionale, sia a livello nazionale e locale.

Il Club della Spezia è stato fondato nel 1960 ed ha realizzato numerosi interventi a favore della  nostra collettività, in collaborazione con le varie Istituzioni, non solo organizzando innumerevoli occasioni di incontro e dibattito su temi di grande interesse, da quelli medici, a quelli storici, giuridici ed artistici, ma soprattutto attuando progetti concreti per aiutare le donne e in generale tutte le persone in difficoltà a superare le paure, i disagi e le sofferenze.

Il Soroptimist spezzino anche quest’anno partecipa al progetto “ORANGE THE WORLD”, la campagna dell’ONU che ha inizio in tutto il mondo il 25 novembre: come ogni anno, i 16 giorni che vanno dal 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, al 10 dicembre, giornata internazionale per i diritti umani, saranno dedicati a iniziative ed azioni di sensibilizzazione utilizzando in tutta la comunicazione il colore arancione, simbolo di un futuro senza violenza di genere e il motto dell’Unione:
NON ACCETTARE NESSUNA FORMA DI VIOLENZA – CHIAMA IL 1522

Alla Spezia saranno intraprese varie iniziative.

Per manifestare la partecipazione al progetto “Orange the World”, su richiesta del Soroptimist, le facciate delle Caserme, della Prefettura, del Castello San Giorgio e di tante altre sedi istituzionali saranno illuminate simbolicamente col colore arancione.

Questa testimonianza sarà offerta in particolare dal Comando Provinciale dei Carabinieri della Spezia, dove l’Associazione ha portato a termine il progetto  intitolato “UNA STANZA TUTTA PER SE’” , che presto sarà allestita anche presso la Caserma dei Compagnia Carabinieri di Sarzana.

Ad oggi in Italia le “Stanze” presso le Caserme dei Carabinieri e  le Questure sono circa duecento, grazie ad un protocollo con l’Arma dei Carabinieri e con la Polizia di Stato: un progetto concreto che ha garantito un ambiente più confortevole ed accogliente, dove le vittime di violenza possano essere aiutate da personale specializzato a denunciare gli abusi ed a perseguire i colpevoli.

In quest’ottica, il Club della Spezia si era già impegnato negli scorsi anni nell’allestimento presso la Procura della Repubblica della Spezia dell’ “AULA DI ASCOLTO PROTETTA” per i minori vittime della violenza e di quella presso il Carcere cittadino per i colloqui dei minori con il genitore detenuto.

L’iniziativa si aggiuge agli interventi per far sì che le donne vittime di maltrattamenti e soprusi siano accolte in luoghi adatti per essere protette dalle situazioni che mettono in pericolo la loro vita e quella dei loro figli.

Nella giornata del 25 novembre, inoltre,  le socie del Soroptimist saranno presenti nel gazebo allestito dalla Polizia di Stato in Piazza Verdi, per testimoniare la loro vicinanza alla cittadinanza, a cui sarà distribuito anche vario materiale informativo sulle attività dell’Associazione.

La cittadinanza è invitata anche a  partecipare alla conferenza che si terrà lunedì 29 novembre alle ore 18 presso l’Hotel NH (ex Jolly) di Via XX Settembre, intitolata: “15 AGOSTO 2021: AFGHANISTAN, ANNO ZERO” ;

l’argomento, di grande attualità, si annuncia di particolare interesse perché la Prof. Wilma Malucelli, che sarà la relatrice, è una figura importante all’interno dell’Unione italiana, avendo ricoperto la carica di  Presidente Nazionale ed è una profonda conoscitrice della storia dell’ Afghanistan e dei drammatici avvenimenti che hanno colpito quel Paese.

Anche a seguito della tragedia delle vittime innocenti di attacchi terribili in Afganistan, il Soroptimist della Spezia si è immediatamente attivato per aderire alle iniziative di aiuto della Protezione Civile  e per i progetti di accoglienza coordinati dalla Prefettura.

Sempre nell’ambito del progetto “Orange the World”, l’Associazione spezzina promuove l’evento intitolato “MUSICA E PAROLE”, che si terrà il 4 dicembre alle ore  17,30  presso il Conservatorio Giacomo Puccini. Si esibirà la giovane  violinista Elena Sofia Podestà, che ha partecipato al Concorso del Soroptimist NazionaleGIOVANI TALENTI FEMMINILI DELLA MUSICA” riservato a giovani musiciste, vincendo la selezione regionale e  classificandosi alla finale tenutasi a Palermo. I brani musicali verranno alternati da letture scelte da Lucia Carrieri della Compagnia degli Evasi.

Grande interesse viene ogni anno suscitato anche dal Corso di formazione “LEADERSHIP AL FEMMINILE” che il Soroptimist organizza in collaborazione con SDA Bocconi e che è rivolto a giovani donne laureate.

Infine, venerdì 10 dicembre ricorreranno i 73 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948 a Parigi.

Il Soroptimist Club International ha scelto da sempre questa data per festeggiare il “Soroptimist Day” nei club di tutto il mondo, proprio per ricordare le finalità dell’Associazione, a tutela dei diritti delle donne ma anche a difesa del diritti umani e della dignità di tutte le persone, principio fondamentale della libertà, della giustizia e della pace nel mondo, a cui si affianca l’impegno sempre più forte per la difesa dell’ambiente.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti