Riomaggiore | Illuminazione pubblica e gestione del calore. Approvato il progetto definitivo

A breve l’apertura di un bando di gara per l’affidamento dei lavori

 RIOMAGGIORE – Approvata sabato 27 novembre in Consiglio comunale la variazione al bilancio di previsione 2021/2023 e l’aggiornamento del programma triennale delle opere pubbliche al fine di migliorare l’illuminazione pubblica e la gestione del calore del palazzo comunale.

“La situazione attuale presenta tantissime criticità – ha detto la Sindaca di Riomaggiore Fabrizia Pecunia -. La maggior parte dei lampioni sono di proprietà comunale e una parte sono invece di proprietà di Enel So.L.E.. Una situazione non omogenea, di non facile gestione. Con questo progetto vogliamo rinnovare completamente l’illuminazione pubblica per migliorare il decoro e il servizio reso ai cittadini e contestualmente ottimizzare la gestione dell’energia termica all’interno degli edifici pubblici. Sarà un progetto di grande impatto che il Comune aspettava da tempo”.

A illustrare il progetto, nel corso della seduta del consiglio comunale, l’architetto Euro Procaccini: “Le tecnologie dell’impianto attuale – ha spiegato – sono superate e non hanno un buon rendimento da un punto di vista energetico. L’intervento prevede la sostituzione della maggior parte dei corpi illuminanti, specialmente quelli ritenuti superati o in precario stato manutentivo, che saranno uniformati. L’aggiornamento impiantistico prevede anche la riqualificazione di 14 quadri elettrici, che verranno pertanto ammodernati e adeguati alle normative vigenti. Per quanto riguarda gli impianti termici sono previsti interventi puntuali su tutte le centrali e in alcuni casi saranno sostituiti i generatori di calore, sia per una questione di sicurezza, sia per ottenere un sensibile risparmio energetico. A questo proposito il progetto permetterà una riduzione dei consumi di circa il 50%”.

L’Amministrazione dovrà ora riscattare oltre 160 lampioni, dei 533 totali, di proprietà di Enel So.L.E.. A questo punto sarà pubblicato il bando di gara che, come previsto dalla normativa, rimarrà aperto per due mesi. Si procederà dunque alla nomina della commissione giudicatrice per la valutazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa. La società Siram Veolia, promotrice del progetto di finanza, avrà la possibilità di eguagliare eventuali offerte di terze parti. La gestione verrà affidata per un periodo di vent’anni e gli interventi verranno realizzati entro il primo anno di affidamento.

Gli interventi avranno un costo di circa 278 mila euro comprensivo di iva e il Comune sosterrà una spesa annua di circa 80 mila euro per la fornitura dell’energia e la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impiantistica. Questa cifra potrebbe subire un ribasso in quanto è oggetto della gara. Il valore complessivo della concessione è pari a circa 1,6 milioni di euro.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti