SPEZIA-SASSUOLO | Ci vorrà il miglior Spezia per fermare un Sassuolo lanciato

Dopo tre sconfitte di fila occorrono punti, Motta ha praticamente tutti a disposizione ma ne porta solo 21. Ci vorrà una gara di temperamento e di qualità perché il Sassuolo è reduce da due grandi prestazioni con Milan e Napoli. In “castigo” Antiste e Salcedo, torneranno probabilmente titolari, Nikolaou, Maggiore, Nzola e Verde.

Dopo tre sconfitte di fila, seppur con l’attenuante delle due trasferte proibitive di Bergamo Milano, l’obiettivo di Thiago Motta e dei suoi ragazzi, è quello di tornare al successo o come minimo a far punti già da oggi con il Sassuolo.
Per farlo il tecnico dei bianchi ha praticamente a disposizione tutta la rosa, tranne il solo Leo Sena, anche se alla fine ne convoca solo 21.

Ma ormai il modus operandi del tecnico italo – brasiliano è chiaro, partecipano alla gara solo quelli che lui ritiene utili e che hanno dimostrato di allenarsi seriamente per tutta la settimana.
Ecco perché, anche questa volta, alcuni elementi resteranno fuori per scelta tecnica mentre altri, come Agudelo Nguiamba, per riprendere la forma atletica migliore.
In “castigo” ci finiscono Antiste Salcedo, fuori quindi per scelta tecnica.

In conferenza stampa Motta ha invece elogiato l’impegno di Rey Manaj nella sfida con l’Inter e la serietà con la quale si sta allenando, parole di elogio anche per il giovane polacco Kiwior al suo esordio.
È probabile comunque che l’albanese parta dalla panchina, mentre dovrebbero ritrovare il posto da titolare Nikolaou in difesa, Maggiore a centrocampo e con tutta probabilità il due Nzola – Verde in avanti.

Riguardo al sistema di gioco, si dovrebbe tornare al 4-3-3 anche perché il Sassuolo si schiera così e quindi Gyasi dovrebbe tornare a fare l’esterno di sinistra con Verde dalla parte opposta.
Ballottaggi in difesa come al solito sulle fasce con Amian Bastoni favoriti, mentre nel mezzo, nonostante la brutta prestazione di Milano, ci sarà di nuovo Kovalenko, anche perché Agudelo è ancora indietro e Bourabia è appena rientrato.
Per cui ecco il probabile undici di partenza (4-3-3): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Bastoni; Kovalenko, Sala, Maggiore; Verde, Nzola, Gyasi.

Sponda Sassuolo, ieri in conferenza il tecnico Dionisi ha definito il match del Picco quasi come una prova del nove, dopo le belle prestazioni con Milan Napoli.
Per cui è probabile che ci siano poche variazioni rispetto alla squadra che sta facendo bene, fermo restando che di alternative ce ne sono, con i soli assenti DjuricicObiangRomagna Goldaniga.
Potrebbero esserci cambi nei terzini difensivi, come anche negli altri reparti.

Dionisi sta pensando a far partire dall’inizio Defrel che prenderebbe il posto di Raspadori le cui prestazioni ultimamente sono un po’ altalenanti.
Gli altri attaccanti saranno Scamacca Berardi, anche se è stato convocato Boga, ma partirà dalla panchina.
A centrocampo con Frattesi Maxime Lopez è pronto al ritorno Matheus Henrique, favorito su Traoré.
Soliti dubbi sui terzini in difesa: Muldur avanti su ToljanRogerio su Kyriakopoulos, mentre al centro della difesa Ferrari con Chiriches.
Per cui il probabile undici (4-3-3): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Lopez, Henrique; Berardi, Scamacca, Defrel.

Il match con avvio alle ore 15, sarà arbitrato da Maresca, mentre il pomeriggio soleggiato potrebbe favorire qualche ritardatario, in alternativa la diretta è su Dazn.

Enrico Lazzeri

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti