Ubriaco alla guida va dritto in curva e fa filotto contro i veicoli in sosta

LA SPEZIA – Era letteralmente ubriaco un quarantaduenne che ieri pomeriggio, alla guida della sua Ford Fiesta, mentre percorreva Viale San Bartolomeo verso Lerici, arrivato ad affrontare una curva a sinistra, anziché rallentare e seguirne l’andamento, procedeva in piena accelerazione andando dritto e uscendo dalla carreggiata.

L’impatto contro un autocarro in sosta su tale lato era talmente violento che il mezzo, nonostante il suo peso, veniva spinto in avanti contro un’autovettura in sosta sullo stesso lato che, a sua volta, colpiva un’altra auto in posizione antistante.

Miracolosamente, il conducente ne usciva illeso; la pattuglia di Infortunistica Stradale della Polizia Locale, che giungeva sul posto in pochi minuti, lo trovava vicino alla sua auto ancora in posizione post-urto. La dinamica del sinistro era chiara così come era evidente lo stato di alterazione in cui versava il guidatore. Nell’immediatezza e gli Agenti sottoponevano l’uomo alle prove con l’alcoltest. Le due prove eseguite davano esito positivo, certificando che si era posto alla guida con un tasso alcolemico superiore di quasi quattro volte il limite consentito e superiore alla fascia più grave di 1,50 g/l.

In questi casi il Codice della Strada prevede il ritiro immediato della patente di guida ed il sequestro dell’autovettura, nonché l’ammenda da euro 1.500 ad euro 6.000, l’arresto da sei mesi ad un anno e la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a due anni con una decurtazione di 10 punti. Tuttavia all’uomo verranno applicate le pene maggiorate in quanto la norma prevede che se il conducente in stato di ebbrezza provoca un incidente stradale, le sanzioni sono raddoppiate e se, come in questo caso, sia stato accertato un valore corrispondente ad un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro (g/l), la patente di guida è sempre revocata.

Il veicolo, una Ford Fiesta, in quanto a lui intestato, in sede di condanna verrà definitivamente confiscato e, quindi, sottratto alla sua proprietà passando nella disponibilità dello Stato.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti