Proseguono i lavori di ristrutturazione della palazzina ex Tarros

LA SPEZIA – Proseguono rispettando il crono programma i lavori di ristrutturazione della palazzina ex Tarros ubicata in viale San Bartolomeo nel quartiere di Fossamastra  per la realizzazione di un centro di aggregazione ed inclusione intergenerazionale.

“Stanno proseguendo i lavori per la costruzione di un nuovo centro di aggregazione e inclusione intergenerazionale a servizio di Fossamastra – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – un investimento infrastrutturale con finalità sociali importanti per il quartiere e per tutto il territorio. La riqualificazione della palazzina si inserisce nei progetti che l’Amministrazione sta portando avanti sul fronte porto, uniti agli interventi sulle fognature nell’area. Un ringraziamento all’Assessore Luca Piaggi e a tutti gli uffici che stanno seguendo i progetti per portarli a termine nel minor tempo possibile nonostante il grave momento di pandemia che stiamo ancora attraversando”.

Dopo la demolizione dell’edificio si sta provvedendo  alla ricostruzione dello stesso seguendo il progetto volto all’adeguamento di spazi interni per realizzare, come detto, un centro socio-educativo per accogliere minori a rischio emarginazione che necessitano di percorsi di socializzazione ed inclusione sociale. Il modello prevede sia moduli personalizzati per i minori a rischio con accoglienza prolungata e servizi di mensa e dormitorio, che interventi educativi e di aggregazione aperti a tutti i residenti con particolare attenzione ad attività di socializzazione per i giovani e di interazione con i residenti, soprattutto anziani, al fine di permettere una sorta di scambio reciproco tra generazioni. La struttura che occuperà il piano secondo avrà una capacità massima di 5 posti letto con un locale pranzo/soggiorno, la cucina oltre ai servizi igienici, mentre al piano primo vi sono ubicati i locali amministrativi e un appartamento da destinare all’accoglienza di un eventuale nucleo familiare. Al piano terra gli spogliatoi per gli addetti e gli spazi di aggregazione con i laboratori e gli spazi polivalenti.

Infine sono previste anche sistemazioni esterne che renderanno meglio accessibile la struttura agli ospiti e miglioreranno al contempo l’inserimento nel quartiere   e il decoro della zona.

L’intervento, del costo di circa due milioni di euro, si inserisce nel progetto complessivo per la riqualificazione e risanamento dei quartieri fronte Porto che prevede un investimento complessivo di oltre € 56.000.000 per la nostra città, interamente destinato ad opere pubbliche di riqualificazione urbana.

Social

180FansMi piace

Pubblicità

Articoli più visti